Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeFocusSpecialiCovid-19Covid-19, Regione Campania: le novità del Psr

Covid-19, Regione Campania: le novità del Psr

1 – Con delibera di Giunta n. 461 del 15 settembre 2020, la Regione Campania ha preso atto della Decisione n. C (2020) 6153 del 2 settembre con la quale Commissione Europea ha approvato la modifica del Psr Campania 2014-2020 – versione 8.1 proposta dall’Autorità di Gestione del Programma.

Con la nuova versione del Psr è stata attivata la misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e Pmi particolarmente colpiti dalla crisi di Covid-19”, introdotta dal Regolamento (Ue) n. 872/2020 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 giugno 2020 di modifica del Reg. (Ue) 1305/2013 e al cui interno si colloca la tipologia d’intervento 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole agrituristiche, alle fattorie didattiche e all’agricoltura sociale”.

Obiettivo della tipologia 21.1.1 è assicurare la continuità delle attività economiche delle imprese che esercitano attività agrituristica, didattica e sociale, tra le più colpite dalla chiusura e dalle restrizioni alla circolazione delle persone determinate dalla pandemia da Covid-19.

Con decreto dirigenziale n. 193 del 17 settembre 2020 è stato approvato il bando di attuazione della tipologia 21.1.1 che, con una dotazione finanziaria di 6 milioni di euro, prevedeva l’erogazione di un bonus una tantum secondo precisi massimali. Il termine ultimo per il rilascio della domanda di sostegno sul portale Sian è scaduto alle ore 16.00 del giorno 19 ottobre 2020.

La graduatoria unica regionale definitiva è stata approvata con decreto n. 45 del 26 febbraio 2021: 926 le domande ammesse a finanziamento per un contributo complessivo di oltre 6,2 milioni di euro (per saperne di più clicca QUI).

Con la nuova versione del Psr è stato rimodulato anche il piano finanziario. In particolare, è stato potenziato il budget di alcune misure. La misura 13 “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali ad altri vincoli specifici” vede aumentare il suo piano finanziario del 21,06% rispetto al budget precedente, rendendo così possibile l’erogazione del premio aziendale nella stessa misura del 2019 e, dunque, l’immissione di liquidità nel sistema aziendale. Per la misura 3 “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari” la rimodulazione permetterà di lanciare un nuovo bando per accompagnare le imprese in azioni di promozione delle produzioni anche al fine di attenuare l’impatto degli effetti della pandemia.

2 – Con Decisione C (2021) 2093 del 24 marzo 2021 la Commissione europea ha approvato la modifica del Psr –  versione 9.2 che introduce la tipologia d’intervento 21.1.2 “Sostegno alle Pmi attive nella trasformazione e commercializzazione nel comparto vinicolo”. Obiettivo della tipologia 21.1.2 è supportare, attraverso l’erogazione di un bonus una tantum, le Pmi di un comparto tra i più penalizzati dalle conseguenze derivanti dalla pandemia da Covid-19, consentendo di dare continuità alle attività aziendali.

Il bando con clausola di salvaguardia è stato adottato con decreto n. 37 del 15 febbraio 2021. La dotazione finanziaria è di 7 milioni di euro e il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 22 marzo 2021.

La modifica del Psr – versione 9.2 è stata recepita con delibera di Giunta regionale n. 147  del 7 aprile 2021.

Per gli aggiornamenti sul biennio di transizione 2021-2022 del Psr vai alla sezione NEWS