Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoAssessore Caputo: “Pnrr occasione irripetibile anche per lo sviluppo rurale”

Assessore Caputo: “Pnrr occasione irripetibile anche per lo sviluppo rurale”

Con gli incontri “Pnrr, borghi e sviluppo rurale: misure e opportunità” e “Pnrr e imprese agricole: come muoversi in concreto”, svoltosi ieri, 21 febbraio 2022, sia in presenza, presso la sede della Regione Campania al Centro Direzionale isola A6, che in modalità webinar, hanno preso il via “I laboratori del Cnpa” (Cnpa Lab), promossi dall’Assessorato all’Agricoltura e curati dal Comitato per la nuova programmazione agricola.

“Avviamo oggi questo ciclo di appuntamenti dal taglio informativo ed operativo – ha detto l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo – per accendere i riflettori sulle opportunità, anche quelle meno note, offerte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza agli attori pubblici e privati dello sviluppo rurale. Il Pnrr è un’occasione unica, irripetibile per recuperare il gap con le regioni italiane ed europee più forti”.

L’incontro mattutino “Pnrr, borghi e sviluppo rurale: misure e opportunità” ha visto gli interventi di Carlo Marino (presidente Anci Campania), Francesco Monaco (responsabile Osservatorio Anci Ifel Pnrr), Mario Caputo (esperto di Studiare Sviluppo e coordinatore del gruppo Finanza integrata del Cnpa) e Germana Di Falco (esperta della Presidenza del Consiglio dei ministri e coordinatore del Cnpa).

In primo piano l’avviso pubblico emanato del Ministero della Cultura nell’ambito del Pnrr (scadenza: 15 marzo 2022) che finanzierà almeno 229 progetti locali per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi.

“Quello che adesso sappiamo – ha commentato l’assessore Nicola Caputo – è che fare squadra e investire su una regia forte delle azioni a tutela del rilancio delle zone rurali è la strada per ragionare in maniera integrata sulle linee di investimento del Pnrr, creando convergenze strategiche tra i progetti definiti sul bando borghi, le misure per le imprese non agricole attive nelle zone rurali, con particolare riferimento sulle imprese turistiche e culturali, e le azioni di sistema per la conoscenza, tutela e valorizzazione di edifici storici rurali e del paesaggio rurale”.

Nel corso dell’incontro pomeridiano “Pnrr e imprese agricole: come muoversi in concreto”, aperto dall’assessore Caputo, si sono succeduti gli interventi di Luigi Gallo (Invitalia), Mario Caputo e Germana Di Falco. Tra i temi affrontati, i contratti di sviluppo, i contratti di filiera e gli eco-sistemi estesi per l’innovazione.

“Sono linee di investimento – ha detto l’assessore Nicola Caputo – che intersecano la strategia costruita con il Psr di rafforzamento delle filiere e innovazione nelle imprese agricole”.

L’assessore ha poi lanciato l’idea di un “radar Pnrr per l’agricoltura che ci consenta di conoscere, anche e soprattutto in anticipo, le diverse opportunità del Pnrr per accompagnare il sistema delle imprese agricole campane a ‘combinare’ le risorse del Pnrr attingendo a linee di investimento diverse”.

INCONTRO “PNRR E IMPRESE AGRICOLE: COME MUOVERSI IN CONCRETO”

SCARICA LE PRESENTAZIONI
VAI AI VIDEO

INCONTRO “PNRR, BORGHI E SVILUPPO RURALE: MISURA E OPPORTUNITA’ ”

SCARICA LE PRESENTAZIONI
VAI AI VIDEO