Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoPac, pubblicato il Regolamento transitorio (Ue) n. 2020/2220

Pac, pubblicato il Regolamento transitorio (Ue) n. 2020/2220

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (Guue) serie L437 del 28 dicembre 2020 il Regolamento (UE) n. 2020/2220 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 dicembre 2020, che stabilisce:

  • l’applicazione delle norme della Politica Agricola Comune (Pac) 2014-2020 fino al 31 dicembre 2022, vale a dire fino alla data di entrata in vigore del nuovo quadro giuridico della Pac prevista per il 1° gennaio 2023, e la continuità dei pagamenti agli agricoltori e agli altri beneficiari nel corso del 2021 e 2022 (cosiddetto “periodo transitorio”);
  • la proroga al 31 dicembre 2022 del periodo di durata dei Programmi di sviluppo rurale (Psr) sostenuti dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), che il Regolamento (Ue) n. 1303/2013 aveva fissato dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2020.

La proroga di due anni dei Psr contempla la possibilità per l’Autorità di gestione di presentare alla Commissione europea una proposta di modifica del Programma per il biennio di transizione 21-22 (o “biennio di espansione”): continuerà, dunque, ad applicarsi quanto previsto dal Regolamento (Ue) n. 1305/2013.

Nel biennio di transizione 2021-2022 restano dunque in vigore i Psr 2014-2020 e le Autorità di Gestione potranno aprire nuovi bandi sulle misure già attivate oltre che continuare ad assumere impegni pluriannuali (agro-climatico-ambientali, per agricoltura biologica e per il benessere animale) secondo le seguenti alternative:

– per un periodo più breve di 1-3 anni (anziché 5 anni), fatti salvi i nuovi impegni alla conversione all’agricoltura biologica per i quali è possibile stabilire un periodo più lungo di 3 anni;

– con una proroga annuale dopo la scadenza del periodo iniziale, purché nel 2022 la proroga non superi un anno.

Nel biennio di transizione i Psr potranno contare su due tipologie di risorse: quelle ordinarie, derivanti dal Quadro Finanziario Pluriennale (Qfp) per il periodo 2021-2027, e quelle aggiuntive, provenienti dal Next Generation Eu (per l’Italia le risorse ammontano a 910,6 milioni) per sostenere agricoltori, produttori alimentari e aree rurali nella ripresa dalla crisi da Covid-19.

Infatti, il Regolamento 2020/2220 stabilisce che le risorse addizionali per sviluppo rurale sono messe a disposizione dei Psr a partire dal 2021, senza attendere l’applicazione della nuova Pac.

 

Per saperne di più sull’iter del Regolamento transitorio clicca QUI

Foto tratta da pixabay.com