Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoSviluppo delle aree rurali, on line il repertorio delle buone pratiche Leader

Sviluppo delle aree rurali, on line il repertorio delle buone pratiche Leader

Sul portale della Rete rurale nazionale è possibile scaricare la pubblicazione che raccoglie una selezione di progetti già completati o in corso di realizzazione nell’ambito delle strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo dei Gal italiani.

Si tratta di buone pratiche finanziate dai Psr attraverso una misura ad hoc, la 19, dedicata a Leader, uno degli strumenti messi in campo dall’Ue per promuovere l’innovazione nelle aree rurali.

“L’obiettivo della pubblicazione – si legge nella premessa – è rappresentare la varietà delle iniziative attuate dai Gal a livello territoriale”. I progetti raccolti nel volume sono, dunque, solo una parte delle pratiche segnalate dai Gruppi di azione locale alla Rete e “mirano a mettere in risalto il valore aggiunto dell’attuazione tramite Leader”.

“I progetti attuati dai Gal – sottolinea la premessa – si caratterizzano per essere il frutto di una progettazione dal basso, che risponde alle esigenze di sviluppo delle comunità locali prevedendo azioni integrate, multisettoriali e multilivello”.

I Gal contribuiscono allo sviluppo socio-economico delle aree rurali in cui operano sostenendo interventi su temi di interesse per le comunità locali, quali filiere e produzioni agroalimentari, tutela del paesaggio e della biodiversità, cambiamento climatico ed energie rinnovabili, servizi per la popolazione e turismo sostenibile.

Nel repertorio realizzato dalla Rete rurale nazionale trovano spazio due buone pratiche finanziate dal Psr Campania tramite i Gal: “TioT Giff. Applicazione di tecnologie IoT per la valorizzazione della filiera della Nocciola di Giffoni Igp nelle colline salernitane”, sostenuto dal Gal Colline Salernitane, e “Il Borgo delle Quattro Torri. Recupero e valorizzazione delle emergenze storico, culturali e naturali di Ciorlano – II intervento”, che si colloca all’interno della strategia di sviluppo locale del Gal Alto Casertano.

Immagine tratta dalla pubblicazione “I Gal in azione Leader”