Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoGuerra in Ucraina, assessore Caputo: “Una misura ad hoc nel Psr e rinvio della Pac”

Guerra in Ucraina, assessore Caputo: “Una misura ad hoc nel Psr e rinvio della Pac”

Nella giornata di ieri, 31 marzo 2022, si è svolta a Roma la riunione della Commissione Politiche agricole (Cpa) della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. L’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo, ha fatto il punto sull’incontro in un post pubblicato su Facebook.

“Con piena condivisione da parte di tutti i colleghi – ha scritto l’assessore – abbiamo sostenuto la necessità di un decreto emergenza ad hoc per trovare soluzioni definitive ad un problema divenuto davvero insostenibile in tutte le regioni. Le proposte presentate ed approvate in Cpa tendono a risolvere le tante questioni sul tappeto per dare risposte immediate ai settori agricolo e zootecnico, che, più di altri, subiscono il caro energia e delle materie prime provocato dalla guerra in Ucraina”.

“Nel corso dei miei interventi – ha ricordato Caputo – ho anche ribadito la necessità di rafforzare la richiesta di una misura 21 (come quella straordinaria introdotta per contrastare la crisi causata da Covid-19) al ministro Patuanelli da portare all’attenzione del prossimo Consiglio Ue dell’Agricoltura in programma il 7 aprile. Inoltre, con tutti gli altri colleghi, abbiamo anche ribadito la necessità di provare a chiedere maggiore flessibilità per il Psr ed un rinvio, seppur breve della Pac 23-27”.

“La notizia sconfortante – ha sottolineato l’assessore – è che a Bruxelles il tema non è ancora all’ordine del giorno e che non si parla ancora ufficialmente di procrastinare la Pac 23-27. Abbiamo chiesto formalmente e nuovamente al ministro di porre la questione in Consiglio per non rinunciare ad alcuna possibilità di intervento per meglio affrontare la crisi”.

Nel corso del suo intervento, Caputo ha posto all’attenzione anche sull’importante questione relativa al reperimento e gestione della manodopera in agricoltura, che è di prevalente provenienza extracomunitaria e sta assumendo i caratteri dell’emergenza per effetto della riduzione dei flussi in entrata e i numerosi adempimenti cui sono sottoposte le aziende agricole per la gestione del rapporto di lavoro.

“Ho proposto – ha concluso l’assessore Caputo nel post – l’istituzione di corridoi green e lo snellimento delle pratiche burocratiche: non ci possiamo permettere di perdere raccolti in questo momento storico”.

 

Leggi anche