Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsComunicati StampaPsr, assessore Caputo: “Nuove misure per sostenere la filiera bufalina, superare gap ambientale e rafforzare l’agricoltura nelle aree urbane”

Psr, assessore Caputo: “Nuove misure per sostenere la filiera bufalina, superare gap ambientale e rafforzare l’agricoltura nelle aree urbane”

L’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo ha presentato, nella sala consiliare della Camera di Commercio di Caserta, i bandi di prossima emanazione e le nuove opportunità del Psr alla presenza del sindaco Carlo Marino, del presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, e della vice direttrice per le Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania, Daniela Lombardo, in collaborazione con le associazioni di categoria provinciali.

“È un momento decisivo per il futuro della Campania – spiega l’assessore Caputo – abbiamo rimesso l’agricoltura al centro dell’agenda politica. Tante le novità orientate al cambiamento, ai principi di trasparenza e alla semplificazione per le imprese che vogliono accedere alle misure che mettiamo a disposizione, premiando solo i progetti qualitativamente migliori. Per la prossima programmazione 23-27, siamo riusciti a non perdere un euro nonostante i tagli e la modifica dei criteri di ripartizione, ma ora è fondamentale ripartire dal dialogo con tutti gli operatori per migliorare la nostra azione amministrativa e recuperare credibilità”.

Previste misure straordinarie, in particolare per la filiera bufalina.

“L’obiettivo – continua Nicola Caputo – è migliorare la sicurezza delle stalle, aiutare le imprese a superare il gap ambientale, innovare e sostenere giovani e startup. Siamo in debito con i nostri giovani  e dobbiamo essere capaci di individuare risorse alternative, ma dobbiamo concentrare i nostri sforzi per sostenere solo gli agricoltori veri che fanno impresa, raddoppiando le ore di formazione, dimostrando di svolgere attività funzionali all’agricoltura, presentando progetti e fatture. E non dobbiamo dimenticare le grandi città. Oltre all’agricoltura delle zone interne, delle costiere e delle zone di mare, stiamo valutando misure orientate a rafforzare l’agricoltura nelle zone urbane con azioni mirate, favorendo una maggiore consapevolezza dei cittadini. Abbiamo già condiviso con il Tavolo verde circa 40 misure, tra le 76 proposte del Ministero, per il rafforzamento dei boschi all’interno delle grandi città come Caserta”.

Per la prima volta nella storia, è stato pubblicato un vero e proprio calendario con gli schemi delle misure.

“Un’opportunità straordinaria per gli imprenditori agricoli – ha sottolineato l’assessore Caputo – che ora possono finalmente iniziare a pianificare la strategia in anticipo, decidendo quando è opportuno presentare domanda. In tutti i bandi, non ci sarà più possibilità di proroga di nessun genere. Un eccesso di disponibilità che, nel tempo, ha generato anomalie amministrative e culturali. Non ci saranno più scorrimenti di graduatorie e saranno impegnate solo le risorse che mettiamo a bando. Abbiamo il dovere di assumerci la responsabilità delle nostre azioni e di essere vicini agli agricoltori, scompaginato l’approccio. Per la prima volta, le misure Psr leggono la realtà e traducono l’esigenza concreta delle imprese agricole in atti amministrativi. Dobbiamo diventare – conclude l’assessore Caputo – una vera e propria startup del cambiamento”.