Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2016Programma di Sviluppo Rurale (Psr), approvati i nuovi bandi

Programma di Sviluppo Rurale (Psr), approvati i nuovi bandi

Approvati i nuovi bandi del Programma di Sviluppo Rurale (Psr) della Campania, che mirano al rafforzamento delle aziende agricole, a favorire il ricambio generazionale e a sostenere le aziende danneggiate da calamità naturali. Ad annunciarlo è Franco Alfieri, consigliere del Presidente De Luca per l’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca.

“Per l’Amministrazione De Luca il tempo è la risorsa più preziosa – dichiara il consigliere Alfieri – per cui, anche se in piena estate, con l’approvazione dei nuovi bandi, che vanno ad aggiungersi a quelli emanati nei mesi scorsi per le misure a superficie e la selezione dei Gruppi di Azione Locale per un importo di oltre 500 milioni, abbiamo inteso lanciare un segnale concreto alle aziende agricole per le quali il Psr rappresenta linfa vitale”.

I nuovi bandi approvati finanziano:
– gli investimenti produttivi delle aziende agricole volti a rimuovere gli elementi di debolezza strutturale e migliorare, così, la redditività e la competitività (a valere sulla misura 4, che ha una dotazione finanziaria di 569 milioni di euro);
– gli investimenti effettuati delle aziende agricole colpite da avversità atmosferiche, calamità naturali o eventi catastrofici e finalizzati al ripristino del terreno e del potenziale agricolo e/o zootecnico danneggiato o distrutto (a valere sulla misura 5, con una dotazione di 10, 5 milioni di euro).

Particolare attenzione, poi, è riservata ai giovani agricoltori, di età non superiore ai 40 anni (al momento della presentazione della domanda) che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di unico capo azienda.

Per tale categoria, i bandi prevedono:
– l’erogazione di premi dell’importo massimo di 50mila euro (a valere sulla misura 6, la cui dotazione è di 165 milioni);
– il finanziamento degli investimenti volti a garantire la redditività delle aziende al loro primo insediamento e la loro permanenza nel settore agricolo (a valere sulla misura 4).

“A partire da settembre – conclude Alfieri – emaneremo i bandi relativi alle altre misure del Programma, mettendo così in circolo risorse per un ammontare complessivo di circa 1,8 miliardi”.