Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsComunicati StampaPsr, assessore Caputo: “Trasparenza e semplificazione, apertura bandi l’11 luglio”

Psr, assessore Caputo: “Trasparenza e semplificazione, apertura bandi l’11 luglio”

“Un vero e proprio new model, ispirato ai principi della massima trasparenza e semplificazione, che ho fortemente voluto introdurre in Regione Campania insieme al Presidente De Luca, con la condivisione di tutte le associazioni di categoria. L’approvazione del nuovo prezzario ci ha consentito di procedere ad una calendarizzazione dei bandi del Psr 21-22, la cui uscita è stata pianificata tra luglio e settembre, che avevamo sospeso per consentire proprio alle imprese agricole di far riferimento ad un prezzario adeguato al forte aumento dei prezzi che si sta registrando per effetto della guerra”. Lo dichiara l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo.

Il Presidente De Luca e l’assessore Caputo organizzeranno nei prossimi giorni una conferenza stampa con le associazioni di categoria e il tavolo verde per illustrare le nuove misure. I bandi si apriranno lunedì 11 luglio 2022 e avranno scadenza a settembre per consentire a tutte le imprese di superare le eventuali criticità estive.

“Stiamo portando avanti – continua l’assessore Caputo – un cambiamento radicale: per la prima volta nella storia, abbiamo pubblicato il calendario con gli schemi delle misure; le schede informative sono pubblicate 30 giorni prima della emissione dei relativi bandi in uscita; non ci sarà più possibilità di proroga di nessun genere; non ci saranno più scorrimenti di graduatorie; saranno impegnate solo le risorse che mettiamo a bando; dopo la pubblicazione del bando, non si aggiungeranno ulteriori risorse per pagare progetti qualitativamente meno performanti; qualora dovessero esserci risorse disponibili, si provvederà alla emanazione di un nuovo bando. Non ci sarà più confusione, a partire dai termini utilizzati, e i progetti in graduatoria verranno classificati in: finanziabili, non finanziabili e non ammissibili”.

Al via bandi per 214 milioni di euro.

“Rispetto dei tempi, regole chiare e risorse predefinite – conclude l’assessore Caputo – Un grande sforzo culturale e amministrativo, che abbiamo messo in campo per consentire alle misure Psr di leggere finalmente la realtà e tradurre l’esigenza concreta delle imprese agricole in atti amministrativi. Abbiamo dato centralità alle aree interne e a quelle vulnerabili dal punto di vista ambientale, con la novità di prevedere la presentazione di soli progetti definitivi per tutte le misure, l’attenzione ai piani di sviluppo, soprattutto per i giovani, e la semplificazione documentale per le maggiori misure di investimento. Ripartiamo da una grande certezza: premiare sempre di più l’imprenditore agricolo vero e le diverse agricolture della nostra regione”.

 

Ecco il calendario completo:

– per la tipologia d’intervento 4.1.5 “Investimenti finalizzati all’abbattimento del contenuto di azoto e alla valorizzazione agronomica dei reflui zootecnici” il bando sarà pubblicato l’11 luglio, con scadenza al 30 settembre e una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.1.1 azione B “Supporto per gli investimenti nelle aziende agricole: sostegno a investimenti nelle aziende zootecniche bufaline” il bando sarà pubblicato il 12 luglio, con scadenza al 19 settembre e una dotazione finanziaria pari a 20 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.2.2 “Trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli per micro-iniziative agro-industriali”, il bando sarà pubblicato l’11 luglio, con scadenza al 12 settembre e una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.4.2 “Creazione e/o ripristino e/o ampliamento di infrastrutture verdi e di elementi del paesaggio agrario” (azione B e azione C) il bando sarà pubblicato l’11 luglio, con scadenza al 12 agosto e una dotazione finanziaria di 1 milione di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.1.1 azione A “Sostegno agli agricoltori per il miglioramento/realizzazione delle strutture produttive aziendali finalizzate all’ammodernamento/completamento della dotazione tecnologica e al risparmio energetico” il  primo bando sarà pubblicato il 12 luglio, con scadenza al 19 settembre e una dotazione finanziaria di 50 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.4.2 “Creazione e/o ripristino e/o ampliamento di infrastrutture verdi e di elementi del paesaggio agrario” (azione A) il bando sarà pubblicato il 29 agosto, con scadenza al 30 settembre e una dotazione finanziaria di 9 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 6.1.1 “Riconoscimento del premio per i giovani agricoltori che per la prima volta si insediano come capo d’azienda” il bando sarà pubblicato il 29 agosto, con scadenza al 30 settembre e una dotazione finanziaria di 27 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 16.1.2 “Sostegno ai Gruppo operativi (Go) del Partenariato europeo per l’innovazione (Pei) per l’attuazione di progetti di diffusione delle innovazioni nell’ambito del rafforzamento dell’Akis campano” il bando sarà pubblicato il 29 agosto, con scadenza al 30 settembre e una dotazione finanziaria di circa 5 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 4.2.1 “Trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli nelle aziende agro-industriali” il bando sarà pubblicato il 15settembre, con scadenza al 31 ottobre e una dotazione finanziaria pari a 28 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 5.1.1 “Prevenzione danni da avversità atmosferiche e da erosione suoli agricoli in ambito aziendale ed extra-aziendale” – azione B “Riqualificazione ambientale di fossi e/o canali consortili” il bando sarà pubblicato il 15 settembre, con scadenza al 31 ottobre e una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro;

– per la tipologia d’intervento 6.4.1 “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole” il bando sarà pubblicato il 15 settembre, con scadenza al 31 ottobre e una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro.