Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2017Comitato di Sorveglianza Psr, Alfieri: emanati bandi per oltre 1,3 miliardi, ora puntiamo sulla spesa

Comitato di Sorveglianza Psr, Alfieri: emanati bandi per oltre 1,3 miliardi, ora puntiamo sulla spesa

Si è svolto oggi, presso l’Hotel Royal Continental di Napoli, il Comitato di Sorveglianza del Psr Campania 2014-2020. Un appuntamento importante per fare il punto, con i rappresentanti della Commissione europea, dei ministeri coinvolti e del partenariato economico, sociale e istituzionale della Campania, sullo stato di attuazione del Programma, per socializzare i progressi compiuti, trovare soluzioni comuni alle criticità emerse in fase di attuazione e discutere delle proposte di modifica presentate dalla Regione all’Ue.

“Su impulso del Presidente De Luca – ha detto Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente e suo delegato all’Agricoltura – in quest’ultimo anno e mezzo abbiamo lavorato sodo per recuperare il notevole ritardo, causato da molteplici fattori, nell’attuazione del Programma: ad oggi abbiamo messo a bando più di 1,3 miliardi di risorse, vale dire circa i tre quarti dell’intera dotazione finanziaria del Psr. Ben 53 i bandi pubblicati e chiusi, di cui 33 per le misure ad investimento, in particolare a valere sulla misura 4, vero e proprio core del Psr, e, più in generale, per quelle non a superficie. Per quest’ultime, in particolare, abbiamo istruito oltre 5.200 domande di sostegno e approvato graduatorie per un importo complessivo di oltre 210 milioni di euro”.

“Stiamo lavorando alacremente ai decreti di concessione – ha aggiunta Alfieri – perché adesso è il momento dare un’accelerazione alla spesa, senza mai perdere di vista il nostro obiettivo: favorire lo sviluppo socio-economico, aumentare i livelli occupazionali e migliorare la qualità della vita di chi lavora e vive di agricoltura. Occorre affiancare agli interventi previsti dal Psr ulteriori azioni per avviare concretamente a soluzione il problema dello spopolamento e della fragilità socio-economica che caratterizza le nostre aree rurali”.

“Lo sforzo di quest’anno – ha ribadito Serena Angioli, assessore regionale ai Fondi europei – è stato quello di programmare il maggior numero di risorse ed aprire il maggior numero possibile di bandi. Il Psr è ormai a regime per quanto concerne gli indicatori di programmazione, ora occorre dare un impulso deciso alla spesa”.

“A breve apriremo una decina di bandi, successivamente i restanti” ha detto, infine, Filippo Diasco, direttore generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione Campania e Autorità di Gestione del Psr.