Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoUcraina e sicurezza alimentare, le conclusioni del Consiglio europeo

Ucraina e sicurezza alimentare, le conclusioni del Consiglio europeo

Nel corso della riunione del 24 e 25 marzo 2022, il Consiglio europeo ha adottato conclusioni sull’aggressione militare russa nei confronti dell’Ucraina, sicurezza e difesa, energia, questioni economiche, Covid-19, relazioni esterne e l’elezione del presidente del Consiglio europeo.

Nelle conclusioni si legge che “la guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina viola palesemente il diritto internazionale e sta causando ingenti perdite di vite umane e numerosi feriti tra i civili”.

“La Russia – prosegue il documento – sta dirigendo attacchi contro la popolazione civile e sta colpendo beni di carattere civile, tra cui ospedali, strutture mediche, scuole e rifugi. Tali crimini di guerra devono cessare immediatamente. I responsabili e i loro complici saranno chiamati a risponderne in conformità del diritto internazionale”.

Sul fronte dell’economia dell’Ue, il Consiglio europeo “invita a proseguire i lavori sull’attuazione della dichiarazione di Versailles relativamente alla costruzione di una base economica più aperta e solida, in particolare attraverso la riduzione delle nostre dipendenze strategiche nei settori più sensibili, quali le materie prime critiche, i semiconduttori, la salute, il digitale e i prodotti alimentari, attraverso il perseguimento di una politica commerciale ambiziosa e solida, nonché attraverso la promozione degli investimenti”.

In particolare, il Consiglio europeo invita il Consiglio dell’Ue “tenendo conto delle specifiche situazioni di tutti gli Stati membri, a proseguire i lavori sulla comunicazione della Commissione relativa all’aumento dei prezzi alimentari e alla sicurezza alimentare globale, che definisce sia misure a breve termine per affrontare l’accessibilità economica dei prodotti alimentari nell’Unione europea e aiutare gli agricoltori che devono far fronte a costi di produzione elevati, sia misure a medio termine per sostenere la transizione verso un sistema alimentare sostenibile”.

“Il Consiglio europeo – si legge sempre nelle conclusioni – invita la Commissione, in coordinamento con i partner internazionali, a dare priorità ai lavori sulla sicurezza e sull’accessibilità economica dei prodotti alimentari a livello globale, in particolare sostenendo la sicurezza alimentare e l’agricoltura in Ucraina e nei paesi terzi più vulnerabili ed esposti. Sarà questo l’obiettivo principale dell’iniziativa Farm (Food and Agricultural Resilience Mission – missione per la resilienza alimentare e agricola). Questo lavoro multilaterale dovrebbe garantire l’efficiente funzionamento dei mercati e incoraggiare la produzione locale al fine di ridurre il rischio di insicurezza alimentare. È opportuno preservare l’integrità delle catene di approvvigionamento alimentare”.

Ricordiamo, infine, che il 24 marzo si è svolto a Bruxelles il G7, al termine del quale i leader hanno rilasciato un’articolata dichiarazione.

 

Leggi anche

Foto tratta dal portale del Consiglio