Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoUcraina e sicurezza alimentare, le conclusioni dei leader Ue

Ucraina e sicurezza alimentare, le conclusioni dei leader Ue

Nel corso della riunione straordinaria del 30 e 31 maggio 2022, il Consiglio europeo ha adottato conclusioni su Ucraina, sicurezza alimentare, sicurezza e difesa ed energia.

Sul fronte della sicurezza alimentare, nel documento si legge che i leader Ue condannano con fermezza la distruzione e l’appropriazione illecita della produzione agricola ucraina da parte della Russia.

Poiché la guerra ha un impatto diretto sulla sicurezza alimentare e sull’accessibilità economica dei prodotti alimentari a livello mondiale, il Consiglio europeo “invita la Russia a porre fine agli attacchi contro le infrastrutture di trasporto in Ucraina, revocare il blocco dei porti ucraini sul Mar Nero e consentire le esportazioni di prodotti alimentari, in particolare da Odessa”.

Nel ricordare che l’Unione europea sta adottando misure attive per agevolare le esportazioni di prodotti agricoli dall’Ucraina e sostenere il settore agricolo del paese in vista della stagione 2022, il Consiglio europeo “invita gli Stati membri ad accelerare i lavori sui ‘corridoi di solidarietà’ proposti dalla Commissione e ad agevolare le esportazioni di prodotti alimentari dall’Ucraina attraverso diverse rotte terrestri e porti dell’Ue”.

Tra l’altro, il Consiglio europeo “chiede un coordinamento internazionale efficace per garantire una risposta globale in materia di sicurezza alimentare a livello mondiale”, “ribadisce il suo impegno a mantenere il commercio mondiale di prodotti alimentari libero da ostacoli ingiustificati, a rafforzare la solidarietà nei confronti dei paesi più vulnerabili e ad aumentare la produzione alimentare sostenibile a livello locale, in modo da ridurre le dipendenze strutturali” nonché “invita la Commissione a esaminare la possibilità di mobilitare le riserve del Fondo europeo di sviluppo per sostenere i paesi partner più colpiti”

Sempre nelle conclusioni, il Consiglio europeo “sottolinea l’importanza della Politica agricola comune (Pac) nel contributo dell’Ue alla sicurezza alimentare e chiede la rapida adozione dei piani strategici della Pac” e, in considerazione delle persistenti carenze di fertilizzanti sul mercato mondiale, “invita a compiere sforzi più concertati per collaborare con i partner internazionali al fine di promuovere un uso più efficiente dei fertilizzanti e alternative a questi ultimi”.