Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoRural4 Hack, riflettori sulle buone pratiche finanziate dai Psr

Rural4 Hack, riflettori sulle buone pratiche finanziate dai Psr

Cinque imprenditori agricoli provenienti da differenti regioni, tra cui la Campania, racconteranno cosa sono riusciti a realizzare grazie al sostegno dei Programmi di Sviluppo Rurale (Psr) oltre a descrivere una problematica aziendale su cui gli studenti delle 17 università italiane che partecipano al progetto Rural4University – che vede tra come partner il Psr Campania – dovranno offrire possibili soluzioni.
E’ questo, in sintesi, Rural4 Hack, il nuovo format della Rete Rurale Nazionale e Vazapp che si svolgerà online il 15 e 17 settembre con l’obiettivo di ascoltare ed aiutare le aziende agricole ai tempi del Covid-19.

L’iniziativa – realizzata con il supporto del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Crea e Ismea e che sarà riproposta il 16 e 18 marzo 2021 – si aprirà con il saluto del ministro Teresa Bellanova per concludersi con la presentazione dei lavori elaborati dagli studenti alla presenza del sottosegretario Giuseppe L’Abbate.

“L’evento – si legge in una nota della Rete Rurale Nazionale – vuole rappresentare un momento di confronto, approfondimento e dibattito sull’attuazione delle misure dei Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020, con particolare attenzione agli interventi e ai progetti finanziati che concorrono alla crescita sostenibile e al mantenimento di una parte dinamica e innovativa della nostra agricoltura”.

“Nello spirito di un percorso che porti al Mini Camp 2020 –  continua la nota – Rurah4Hack sarà anche un’occasione per conoscere storie di vita, esperienze di custodia dei territori rurali, fabbisogni e soluzioni innovative adottate dalle aziende agricole. Due giorni per presentare idee, riflessioni, collaborazioni e buone pratiche e per generare valore condiviso, utilizzabile e replicabile”.