Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoRiparto Feasr periodo 23-27, assessore Caputo: “Proposta irricevibile”

Riparto Feasr periodo 23-27, assessore Caputo: “Proposta irricevibile”

L’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo, ha affidato ad un post pubblicato su Facebook il commento sulla riunione del 23 febbraio scorso sui criteri di riparto delle risorse Feasr per il periodo 23-27 tra il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, e gli assessori all’Agricoltura delle Regioni e delle Province autonome.

“Nel mio intervento – ha scritto l’assessore Caputo – ho fatto notare che il pur apprezzabile lavoro svolto dal ministro e dal suo staff nel ‘far quadrare i conti’ mal si addice alla ratio su cui si basano i principi ispiratori del Feasr ribaditi, peraltro, in più parti, del Regolamento (Ue) n. 2115/2021 (ad esempio, il considerata, 89, recita: “[…] un sostegno adeguato, in particolare per tenere conto delle regioni in ritardo di sviluppo e delle disparità interregionali all’interno di uno Stato Membro”)”.

“Per la Regione Campania – ha sottolineato l’assessore – la proposta avanzata dal Ministero è irricevibile non solo perché determina una perdita di ben 100 milioni di euro rispetto alla programmazione precedente, ma anche perché i ‘criteri di riparto’ utilizzati ed i ‘pesi’ ad essi attribuiti sono assolutamente privi di qualunque fondamento perequativo delle risorse tra le Regioni svantaggiate e quelle maggiormente sviluppate”.

“Lavoreremo – ha concluso l’assessore Caputo – con i colleghi delle altre Regioni per trovare una soluzione win to win, da riproporre al Ministero, basata prioritariamente su un’equa redistribuzione delle risorse tra tutte le Regioni, su criteri logici e, soprattutto, tenendo conto dell’importanza dell’impronta green da dare alle politiche agricole, ad oggi non presenti nella proposta del ministro Patuanelli”.

 

Leggi anche

Foto tratta da pixabay.com