Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoPsr, ecosistemi forestali: 6,8 milioni per 28 nuovi progetti

Psr, ecosistemi forestali: 6,8 milioni per 28 nuovi progetti

Con decreto dirigenziale n. 241 del 30 luglio 2021 la Regione Campania ha disposto l’aumento della dotazione finanziaria, da 27 milioni a 33,8 milioni di euro, del bando di attuazione – adottato con decreto n. 33 del 18 luglio 2017 – della tipologia d’intervento 8.5.1 “Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali” del Psr.

Grazie a questo corposo incremento delle risorse disponibili, l’Amministrazione regionale ha assicurato la copertura finanziaria delle 28 domande di sostegno ammissibili ma non finanziabili inserite nella graduatoria definitiva approvata con decreto n. 240 del 19 dicembre 2019 (per saperne di più clicca QUI) e successivamente rettificata con i decreti n. 66 dell’11 marzo 2020, n. 166 del 6 agosto 2020 e n. 89 del 1° aprile 2021.

Pertanto, sempre con decreto n. 241/2021, gli uffici hanno disposto lo scorrimento completo della graduatoria citata, vale a dire dalla posizione n. 116 e fino alla posizione n. 143 dell’allegato A.3 del provvedimento.

Tra i nuovi beneficiari anche le Amministrazioni comunali di Ciorlano, Casaletto Spartano, Maiori, Roscigno, Auletta, Castelvetere in Valfortore, Castiglione del Genovesi, Volturara Irpino, Montemarano, Stella Cilento, Aquara, Sala Consilina, Sapri, Monteverde, Agropoli, San Lorenzello, Monteforte Cilento, Corleto Monteforte, Caposele, Chiusano e Caselle in Pittari.

Con la tipologia 8.5.1 la Regione Campania sostiene gli enti pubblici (e loro consorzi) e i soggetti privati (e loro associazioni) proprietari o detentori in base a legittimo titolo di foreste o boschi che effettuano:

  • investimenti che realizzano impegni in materia di tutela ambientale e investimenti correlati all’art. 34 del Reg. (UE) 1305/2013;
  • investimenti selvicolturali finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici;
  • investimenti per la valorizzazione in termini di pubblica utilità delle foreste e delle aree boschive;
  • redazione o aggiornamento dei piani di gestione, strumento fondamentale per una corretta conduzione degli ecosistemi forestali.
VAI ALLE GRADUATORIE

Foto tratta da pixabay.com