Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoPsr Campania, avviso 4.1.5: c’è tempo fino al 7 novembre per manifestare interesse

Psr Campania, avviso 4.1.5: c’è tempo fino al 7 novembre per manifestare interesse

Con decreto dirigenziale n. 394 del 17 ottobre 2022 la Regione Campania ha approvato, nell’ambito della tipologia d’intervento 4.1.5. del Psr, l’avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per “Investimenti finalizzati all’abbattimento del contenuto di azoto e alla valorizzazione agronomica dei reflui zootecnici”.

Beneficiari dell’intervento sono gli agricoltori, singoli o associati, attivi nel settore zootecnico: l’avviso è dunque rivolto prioritariamente alle aziende zootecniche. Saranno raccolte per successive valutazioni anche le progettualità che coinvolgono compagini miste agricole/industriali o compagini pubblico/private in relazione, in particolare, alla costituzione di comunità energetiche.

La manifestazione di interesse – il cui schema è riportato nell’allegato 1 al decreto n. 394/2022 – deve essere sottoscritta dal beneficiario, con firma digitale o firma autografa, accompagnata da documento di identità e trasmessa, unitamente al formulario (allegato 2), via Pec a uod.500716@pec.regione.campania.it indicando nell’oggetto “Manifestazione di interesse reflui zootecnici” (per scaricare gli allegati 1 e 2 clicca QUI).

Alla presentazione della candidatura seguirà una fase interlocutoria con la Commissione regionale che verificherà la fattibilità del progetto in relazione agli strumenti finanziari disponibili. In ogni caso, la presentazione della manifestazione di interesse non garantisce l’ammissibilità a contributo della successiva domanda di sostegno, da presentare con il prossimo bando della tipologia 4.1.5 del Psr, non costituendo titolo preferenziale, e non obbliga il richiedente alla presentazione della domanda di sostegno qualora intendesse rinunciare alla richiesta del contributo pubblico.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, è possibile presentare la manifestazione di interesse con riferimento ai seguenti interventi:

– sistemi per la rimozione dell’azoto dai digestati e dai reflui;

– impianti di digestione anaerobica dei reflui;

– impianti e attrezzature per la gestione igienico-sanitaria dei reflui e del digestato (sanificazione);

– trattamenti a valle per ulteriore depurazione del refluo e riuso delle acque;

– impianti e attrezzature per il lavaggio e la sanificazione dei mezzi aziendali;

– separatori solido-liquido;

– contenitori di stoccaggio per effluenti dotati di sistemi per il contenimento delle emissioni e della diluizione;

– impianti e attrezzature per la rimozione delle deiezioni dalla stalla e la gestione dei reflui; · pavimentazioni che facilitano il deflusso, grigliate, gommate;

– serbatoi e mezzi permanentemente attrezzati per il trasporto dei reflui (carri[1]botte, cassoni);

– attrezzature per la distribuzione sotto-superficiale dei liquami;

– altri interventi connessi alla gestione dei reflui.

Sono ammissibili a beneficiare del sostegno le seguenti tipologie di spesa:

a) costruzione o miglioramento di beni immobili;

b) acquisto di nuovi macchinari e attrezzature;

c) spese generali collegate alle spese di cui alle lettere a) e b);

d) programmi informatici, brevetti e licenze collegati alle spese di cui alle lettere a) e b).

Le richieste di informazioni relative alla manifestazione di interesse devono essere inviate via Pec a uod.500716@pec.regione.campania.it

Il termine ultimo per l’inoltro delle manifestazioni d’interesse è fissato al 7 novembre 2022.

 

Leggi anche

Foto tratta da pixabay.com