Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoPac, domanda di aiuto: per la presentazione c’è tempo fino al 16 maggio

Pac, domanda di aiuto: per la presentazione c’è tempo fino al 16 maggio

È fissato al 16 maggio 2022 il termine ultimo per la presentazione delle domande di aiuto della Politica agricola comune (Pac) per l’anno in corso e al 1° giugno 2022 quello per apportare modifiche alle domande.

È quanto stabilisce il decreto firmato il 28 marzo scorso dal ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali che, come si legge in una nota (per la versione completa clicca QUI), prevede “più tempo a disposizione per le aziende sottoposte a controlli tramite monitoraggio satellitare, i cui risultati sono comunicati tempestivamente ai beneficiari in modo da permettere loro di modificare e rettificare le domande che evidenziano inadempienze”.

Il comunicato del Mipaaf sottolinea che, anche quest’anno, le aziende agricole possono ottenere un’anticipazione degli aiuti diretti del Primo pilastro della Pac. Infatti il ministro ha firmato il 25 marzo scorso il decreto “grazie al quale gli organismi pagatori possono concedere un anticipo delle somme dovute agli agricoltori nell’ambito dei regimi di sostegno previsti dalla Pac in regime de minimis”.

In questo modo, si va incontro alle esigenze delle imprese in crisi di liquidità a causa sia del perdurare della pandemia di Covid-19 sia dell’aumento dei costi di produzione, in primis di energia e fertilizzanti.

L’anticipazione ammonta al 70% dell’importo richiesto per i pagamenti diretti e potrà essere compensata, senza interessi a carico degli agricoltori, quando sarà incassato il contributo.

Il termine per la presentazione delle domande di anticipazione è lo stesso di quello previsto per la presentazione delle domande per gli aiuti diretti della Pac.

Immagine tratta da pixabay.com