Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoCommissione, pubblicata la Relazione generale sull’attività dell’Ue nel 2021

Commissione, pubblicata la Relazione generale sull’attività dell’Ue nel 2021

La Commissione europea ha pubblicato ieri, 9 marzo 2022, la Relazione generale sull’attività dell’Ue nel 2021, disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’Unione in  forma cartacea illustrata e in una versione on-line.

“Il 2021 – si legge nella nota veicolata sul portale della Commissione europea – Rappresentanza in Italia (per la versione completa clicca QUI) – è stato caratterizzato dalla diffusione nell’Ue di vaccini sicuri ed efficaci contro la Covid-19, un elemento chiave nella lotta contro la pandemia. Alla fine dell’anno era stato vaccinato il 79,8% degli adulti nell’Unione, la quale aveva esportato o condiviso oltre 1,7 miliardi di dosi di vaccino con 165 paesi”.

“La relazione – prosegue il comunicato – illustra i progressi compiuti per rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico climatico zero entro il 2050 grazie alla sua prima legge sul clima e una serie di proposte volte a consentirle di realizzare le sue ambizioni climatiche. L’Ue ha continuato a collaborare strettamente con i partner internazionali per conseguire gli obiettivi dell’accordo di Parigi, anche in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (Cop 26) tenutasi a Glasgow”.

Nel 2021 l’Unione ha messo in campo lo strumento per la ripresa Next Generation Eu (Ngeu), del valore di 800 miliardi di euro. La nota sottolinea che, a fine anno, la Commissione aveva valutato positivamente 22 piani nazionali per la ripresa e la resilienza, nei quali gli Stati membri hanno definito “investimenti e riforme per affrontare le conseguenze della pandemia e accelerare le transizioni verde e digitale”.

Ngeu sostiene anche il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr) con 8,1 miliardi: si tratta di risorse che si aggiungono a quelle stanziate dal bilancio a lungo termine dell’Ue e costituiscono la dotazione finanziaria dei Programmi di sviluppo rurale (Psr) nel periodo transitorio 21-22.

Sempre nel 2021, l’Ue ha adottato la Politica agricola comune per il periodo 23-27 e realizzato altre importanti attività per l’agricoltura e le aree rurali che sono illustrate nella sezione “Creare un’Europa più verde e a impatto climatico” della Relazione.

 

Illustrazione tratta dalla Relazione generale sull’attività dell’Ue nel 2021