Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoApprovvigionamento in tempo di crisi, consultazione Ue

Approvvigionamento in tempo di crisi, consultazione Ue

Nei giorni scorsi la Commissione ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere osservazioni in vista della messa a punto di un piano di emergenza che dovrà garantire l’approvvigionamento e la sicurezza alimentare nell’Ue in tempi di crisi.

Gli attori della filiera alimentare (produttori, trasformatori, distributori ed operatori dei trasporti), i consumatori, la società civile e le autorità nazionali possono esprimere il loro parere fino al 26 aprile 2021.

“La certezza dell’approvvigionamento alimentare nell’Unione europea – si legge nell’introduzione alla consultazione – deve essere garantita in qualsiasi momento, anche in tempi di crisi. Gli approvvigionamenti alimentari devono essere sufficienti, diversificati, sicuri, sani, nutrienti, economicamente accessibili e sostenibili. La pandemia da Covid-19 in corso è un esempio del tipo di perturbazioni su larga scala che la nostra società può trovarsi ad affrontare e ci ricorda la necessità di garantire che il sistema alimentare sia resiliente e continui a funzionare indipendentemente dalle circostanze”.

“Anche se l’approvvigionamento alimentare nell’Ue non è mai stato a rischio durante la pandemia – si legge – sono emerse alcune minacce che illustrano i tipi di problemi che potrebbero ostacolare il corretto funzionamento del sistema alimentare durante una crisi. Tra questi figurano la chiusura delle frontiere all’interno del mercato unico, l’interruzione delle catene di approvvigionamento internazionali, le restrizioni al movimento dei lavoratori del sistema alimentare o i cambiamenti su larga scala e improvvisi nella struttura della domanda dei consumatori”.

In linea con quanto indicato nella strategia “Dal produttore al consumatore”, la Commissione è chiamata a sviluppare un piano di emergenza per garantire l’approvvigionamento alimentare e la sicurezza alimentare nell’Ue in caso si verifichi una crisi. Il piano comprenderà una serie di procedure da seguire e l’istituzione di un meccanismo di risposta alle crisi alimentari coordinato dalla Commissione che coinvolga gli Stati membri e i settori politici che governano l’agricoltura, la pesca, i trasporti e la salute.

 

Per partecipare alla consultazione clicca QUI