Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeNewsPrimo PianoAgricoltura100, sostenibilità e qualità: premiata azienda campana

Agricoltura100, sostenibilità e qualità: premiata azienda campana

Importante riconoscimento per un’azienda agricola campana che da anni punta sulla sostenibilità e la qualità anche grazie alle risorse messe in campo dal Psr 14-20.

Nei giorni scorsi, a Torino, l’azienda Sorrentino Vini di Boscotrecase è stata premiata per l’impegno nella sostenibilità ambientale con una menzione speciale per la qualità delle produzioni agroalimentari nell’ambito della presentazione di “AGRIcoltura100: la sostenibilità delle imprese agricole per la ripresa del Paese”, il primo rapporto promosso in collaborazione con Confagricoltura sull’impegno delle aziende agricole italiane nei diversi ambiti della sostenibilità.

AGRIcoltura100 – si legge nella nota di Confagricoltura Campania – è un progetto pluriennale nato per monitorare e valorizzare il contributo dell’agricoltura alla crescita sostenibile dell’Italia e alla sua ripartenza dalla crisi del Covid-19. La prima edizione ha visto la partecipazione di ben 1.850 imprese agricole di tutti i comparti produttivi e le regioni d’Italia. Il modello di analisi ha elaborato i dati di 234 variabili e prodotto per ogni azienda 17 indici per altrettanti ambiti di sostenibilità.

Alla luce di questa severa selezione sono emerse anche le qualità della Sorrentino Vini: tre generazioni di viticoltori con una direzione al femminile e con il piglio di chi ama raccontare il proprio territorio, 40 ettari di vigneto allevato a “pergola vesuviana” e a spalliera con piede franco in conduzione biologica e vegan e ancora riprodotto per talea con la tipica ‘calatura vesuviana’.

Un lavoro certosino svolto alle falde del Vesuvio, su un’altimetria variabile dai 200 ai 600 metri sul livello medio del mare, con terreni vulcanici sciolti, porosi, ricchi di lapilli e ceneri poveri d’acqua per una resa media annua di circa 240mila bottiglie nell’area Doc del Lacryma Christi, tutti in Parco Nazionale del Vesuvio.

“E’ un premio che ci inorgoglisce e che riguarda l’attività di tre generazioni dedicata alla volontà di preservare vitigni autoctoni come Caprettone, Falanghina, Catalanesca, Piedirosso e Aglianico” dichiara la titolare Benigna Sorrentino.

Dal 2015 l’azienda Sorrentino Vini è tra i beneficiari delle misure agroambientali e per l’agricoltura biologica del Psr Campania. Inoltre ha ottenuto un contributo di 200mila euro nell’ambito di uno dei bandi di attuazione della tipologia d’intervento 6.4.1 “Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole”.