Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeFocusSpecialiCovid-19Presentazione delle misure anti-Covid della Regione Campania per l’agricoltura

Presentazione delle misure anti-Covid della Regione Campania per l’agricoltura

La crisi innescata dal Covid-19 – considerata la più grave dell’era della globalizzazione – si caratterizza per la rapidità con cui si è diffusa su scala planetaria, incidendo prima sugli aspetti sanitari per poi agire, con forza, su quelli socio-economici. Al pari di quanto accade negli altri Paesi avanzati, la pandemia sta dispiegando i suoi effetti negativi anche sul tessuto economico, produttivo e sociale dell’Italia e delle singole regioni.

In un tale scenario, la Regione Campania ha adottato una serie di provvedimenti – illustrati nella sezione dedicata del portale istituzionale – volti al contenimento, prima, e alla riduzione, poi, della diffusione del contagio tra i cittadini. Al tempo stesso, Amministrazione è impegnata a dare risposte concrete alla crisi socio-economica.

Con delibera di Giunta n. 170 del 7 aprile 2020, la Regione Campania ha adottato il Piano per l’Emergenza Socio-Economica, dell’importo complessivo di 908 milioni di euro, che contiene misure straordinarie di sostegno alle imprese, comprese quelle dell’agricoltura e della pesca, ai professionisti e lavoratori autonomi nonché di supporto alle famiglie, ai singoli cittadini in difficoltà e alle fasce più deboli della popolazione.

Coronavirus: la Regione Campania stanzia 900 milioni contro la crisi
Grazie ad un ulteriore straordinario sforzo finanziario, abbiamo aggiunto al Piano Socio-Economico della Regione Campania altri 300 milioni di euro che andranno a chi ha una pensione minima e a chi percepisce gli assegni sociali.Complessivamente, per fronteggiare la crisi, stanziamo 900 milioni di euro che andranno direttamente alla povera gente, alle imprese e ai lavoratori autonomi.
Pubblicato da Regione Campania su Giovedì 9 aprile 2020

Si tratta, dunque, di un Piano molto articolato. Sono previste, infatti, cinque tipologie di misure di sostegno:

  • per le politiche sociali (dotazione: 515,8 milioni);
  • per le microimprese (artigiane, commerciali, di servizi o industriali), i professionisti/lavoratori autonomi e le aziende agricole e della pesca (dotazione: 288 milioni);
  • per la casa (dotazione: 45,4 milioni);
  • per il comparto del turismo (dotazione: 30 milioni);
  • per specifici comparti dell’agricoltura (dotazione: 29 milioni).

In particolare, il Piano – così come dettagliato dalla delibera di Giunta regionale n. 211 del 5 maggio 2020 – stanzia 45 milioni a favore delle imprese agricole e 5 milioni per le imprese della pesca e acquacoltura cui vanno aggiunti 19 milioni per il comparto bufalino e 10 milioni per quello florovivaistico, vale a dire i settori particolarmente colpiti dall’emergenza da Covid-19.

Inoltre la Giunta regionale ha adottato varie delibere, di interesse anche per il settore primario, e la Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha, tra l’altro, semplificato le procedure per i beneficiari del PSR.

Infine, in seguito alla modifica del PSR Campania 2014-2020 – versione 8.1 approvata dalla Commissione europea con Decisione n. C (2020) 6153 del 2 settembre scorso e recepita con delibera di Giunta regionale n. 461 del 15 settembre, è stata introdotta la misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di Covid-19” ed emanato il bando della tipologia d’intervento 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole agrituristiche, alle fattorie didattiche e all’agricoltura sociale” (dotazione finanziaria: 6 milioni di euro).

Le azioni messe in campo dalla Regione Campania a sostegno dell’agricoltura sono illustrate nelle altre pagine del nostro speciale Covid-19.

Per scaricare il nostro opuscolo (ultima versione – 19 maggio 2020)  >>

Per leggere i comunicati stampa della Giunta regionale >>

(ultimo aggiornamento: 29 settembre 2020)