Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeFocusSpecialiCovid-19Covid-19, agricoltura: le misure del Piano per l’emergenza socio-economica della Regione Campania

Covid-19, agricoltura: le misure del Piano per l’emergenza socio-economica della Regione Campania

Durante la fase emergenziale causata dalla pandemia da Covid-19, la Regione Campania ha adottato vari avvisi pubblici per dare attuazione alle misure straordinarie previste nel “Piano per l’emergenza socio-economica” ed assicurare così un sostegno alle imprese agricole, con particolare riguardo a quelle che operano nei due comparti – bufalino e florovivaistico – tra i più colpiti dalla crisi.  

 

Con delibera di Giunta n. 211 del 5 maggio 2020, la Regione Campania ha dettagliato le misure straordinarie a sostegno delle imprese agricole, con interventi specifici a favore dei comparti bufalino e florovivaistico, della pesca e dell’acquacoltura, previste nel Piano per l’emergenza socio-economica  approvato con delibera n. 170 del 7 aprile 2020.

L’Amministrazione regionale ha messo in campo 79 milioni di euro ripartiti tra le seguenti misure:

  1. contributo a fondo perduto (bonus) per l’emergenza Covid-19 a favore delle imprese agricole (dotazione finanziaria: 45 milioni di euro);
  2. contributo a fondo perduto (bonus) per l’emergenza Covid-19 a favore delle imprese del comparto florovivaistico (dotazione: 10 milioni);
  3. contributo a fondo perduto (bonus) per l’emergenza Covid-19 a favore delle imprese del comparto bufalino (dotazione: 10 milioni);
  4. contributo a fondo perduto (bonus) per l’emergenza Covid-19 a favore delle imprese armatrici di imbarcazioni da pesca e dell’acquacoltura (dotazione: 5 milioni);
  5. contributo a fondo perduto (bonus) per l’adozione di piani di biosicurezza a favore delle imprese del comparto bufalino (dotazione finanziaria: 9 milioni di euro) (vai all’articolo – scarica l’opuscolo).

Le  misure di cui ai punti 1), 2), 3) e 4) – dell’importo complessivo di 70 milioni di euro – poggiano sul regime di aiuti SA57349 approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2020) 3388 final del 19 maggio 2020 all’interno del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19” (vai all’articolo).

Con decreto dirigenziale n. 97 del 19 maggio 2020 – che rappresenta la base giuridica del regime di aiuti SA57349 – la Regione Campania ha adottato gli avvisi pubblici per l’erogazione di bonus una tantum alle imprese agricole (dotazione finanziaria: 45 milioni), alle imprese armatrici di imbarcazioni da pesca ed acquicole (5 milioni), alle imprese del comparto bufalino (10 milioni) e alle imprese del comparto florovivaistico (10 milioni). Il periodo per la presentazione delle domande di sostegno è stato fissato dal 20 maggio 2020 al 10 giugno 2020 per le imprese agricole e quelle dei comparti bufalino e florovivaistico e dal 20 maggio 2020 al 9 giugno 2020 per le imprese dei comparti pesca e acquacoltura. Solo per queste ultime, l’avviso pubblico è stato rettificato con decreto n. 113 del 20 maggio 2020 mentre il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato alle ore 24.00 del 19 giugno 2020 con decreto n. 129 dell’8 giugno 2020 (vai all’articolo).

Con Decisione C(2020) 8243 final del 19 novembre 2020 la Commissione europea ha modificato il regime di aiuti SA.57349 – che ha assunto il nuovo numero SA.59447 – per adeguarlo alle nuove previsioni (terzo e quarto emendamento) del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19” (vai all’articolo).

In seguito alla modifica, la base giuridica del regime di aiuti è stata adattata con decreto dirigenziale n. 277 del 25 novembre 2020 (vai all’articolo), modificato e integrato dal decreto n. 19 del 25 gennaio 2021 (vai all’articolo).

Con Decisione C(2021) 2580 final del 12 aprile 2021 la Commissione ha modificato il regime di aiuti SA.59447 (già SA.57349) – che ha assunto il nuovo numero SA.62544 – per adeguarlo alle nuove previsioni (quinto emendamento) del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19” (vai all’articolo).

In seguito alla nuova modifica, il decreto dirigenziale n. 122 del 19 aprile 2021 ha adattato la base giuridica del regime di aiuti (vai all’articolo).

Il decreto n. 169 del 14 maggio 2021 ha approvato l’avviso pubblico, per l’eventuale conferma del bonus, rivolto alle micro e piccole imprese agricole, florovivaistiche e del comparto bufalino già beneficiarie degli avvisi  di cui al decreto n. 97/2020 e che, a seguito di verifiche post-concessione, sono destinatarie di un procedimento di revoca non ancora divenuto definitivo per il non rispetto della condizione di “non essere impresa in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019”. Il periodo per la presentazione delle domande di sostegno è stato fissato dal 20 maggio 2021 al 30 giugno 2021 (vai all’articolo).

Con decreto n. 175 del 20 maggio 2021 è stato adottato un nuovo avviso (dotazione finanziaria: 6 milioni di euro) per l’erogazione di un contributo una tantum a fondo perduto (bonus), di importo proporzionale al danno subito, a favore delle imprese del comparto florovivaistico regionale. Il periodo per la presentazione delle domande è stato fissato dal 27 maggio 2021 al 5 luglio 2021 (vai all’articolo).

Il decreto n. 187 del 3 giugno 2021 ha approvato un ulteriore avviso (dotazione finanziaria: 14 milioni di euro) per l’erogazione di un contributo una tantum a fondo perduto (bonus) a favore delle imprese agricole. Il periodo per la presentazione delle domande è stato fissato dal 10 giugno 2021 al 20 luglio 2021 (vai all’articolo).

Con decreto n. 216 del 29 giugno 2021 è stato prorogato al 20 luglio 2021 il termine per la presentazione delle domande delle domande relative agli avvisi adottati con i decreti n. 169/2021 e 175/2021 (vai all’articolo).

Il decreto n. 229 del 19 luglio 2021 ha disposto la proroga al 30 agosto 2021 del termine per la presentazione delle domande relative agli avvisi adottati con i decreti n.169/2021, 175/2021 e 187/2021 (vai all’articolo). La scadenza è stata ulteriormente prorogata al 10 settembre 2021 con decreto n. 260 del 30 agosto 2021 (vai all’articolo).

Limitatamente all’avviso 169/2021, con decreto n. 279 del 9 settembre 2021 è stata disposta una nuova proroga dei termini per la presentazione delle domande al 27 settembre 2021 (vai all’articolo).

 

Per l’elenco dei decreti dirigenziali di approvazione degli elenchi dei beneficiari degli avvisi adottati con decreto n. 97/2020 consulta questa pagina