Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2020Psr, tipologia 2.1.1: approvato il capitolato di gara per gli areali Gal

Psr, tipologia 2.1.1: approvato il capitolato di gara per gli areali Gal

Con decreto dirigenziale n. 91 del 13 maggio 2020, la Regione Campania ha approvato il capitolato della gara, l’analisi di contesto e lo schema contratto relativi al bando n. 1/2020 per la selezione di operatori economici cui affidare, in attuazione della tipologia d’intervento 2.1.1 del Psr, i servizi di consulenza aziendale diretti alle imprese agricole, agroalimentari e forestali nonché alle Pmi che operano negli areali dei Gal (Gruppi di Azione Locale).

L’importo complessivo a base d’asta è pari a 1,5 milioni di euro (Iva esclusa) ed è suddiviso nei seguenti lotti:

  • Lotto 1 – Area Gal Irno Cavese – Terra è Vita € 60.000,00
  • Lotto 2 – Area Gal Vallo di Diano € 120.000,00
  • Lotto 3 – Area Gal Irpinia € 120.000,00
  • Lotto 4 – Area Gal Casacastra € 100.000,00
  • Lotto 5 – Area Gal Alto Casertano € 120.000,00
  • Lotto 6 – Area Gal Taburno – Gal Area Fortore € 120.000,00
  • Lotto 7 – Area Gal Alto Tammaro – Gal Titerno € 120.000,00
  • Lotto 8 – Area Gal Cilento Regeneratio € 120.000,00
  • Lotto 9 – Area Gal I Sentieri del Buonvivere € 120.000,00
  • Lotto 10 – Area Gal Terra Protetta € 80.000,00
  • Lotto 11 – Area Gal Vesuvio Verde € 80.000,00
  • Lotto 12 – Area Gal Partenio € 60.000,00
  • Lotto 13 – Area Gal Serinese Solofrana € 100.000,00
  • Lotto 14 – Area Gal Colline Salernitane € 80.000,00
  • Lotto 15 – Area Gal Irpinia Sannio – Cilsi € 100.000,00

Sempre con il decreto n. 91 è stato aggiornato il Repertorio delle attività di consulenza (allegato B) con l’inserimento di sei nuove attività di consulenza che rispondono, integrando quelle già previste, alle esigenze indotte dall’emergenza da Covid-19. Queste le nuove attività previste:

  • Cov 1 – Adeguamento della struttura aziendale e dei processi produttivi ai fini della sicurezza dei consumatori (adeguamento manuale autocontrollo);
  • Cov 2 – Adeguamento della struttura aziendale e dei processi produttivi ai fini della sicurezza dei lavoratori (riorganizzazione dell’impresa)
  • Cov 3 – Adozione di misure di contenimento del rischio e di osservanza delle norme di prevenzione anti Covid (adeguamento Documento Valutazione dei Rischi)
  • Cov 4 – Riorientamento del sistema di vendita dell’impresa a seguito delle mutate caratteristiche del mercato di riferimento (mercato locale, regionale o nazionale)
  • Cov 5 – Riorientamento del sistema di vendita dell’impresa a seguito delle mutate caratteristiche del mercato di riferimento (mercati esteri)
  • Cov 6 – Elaborazione di un piano di riorganizzazione aziendale finalizzato all’accesso al credito.

Le imprese interessate – già inserite in un progetto di consulenza in corso di attuazione o inserite a seguito di rinuncia delle imprese originariamente previste (in ogni caso con priorità alle imprese condotte da giovani agricoltori insediati di recente) – potranno richiedere agli organismi di consulenza aggiudicatari l’erogazione di una o più consulenze attivate, con le modalità previste dalla nota n. 092244 del 14 maggio 2020.

Si ricorda che l’importo della consulenza resta a carico della Regione Campania e che all’impresa spetta esclusivamente il pagamento dell’Iva.

Le specifiche delle attività di consulenza introdotte sono specificate nel Repertorio delle attività di consulenza.

Foto tratta da pixabay.com