Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2020Psr Campania, tipologia 13.1.1: precisazioni sul bando per l’annualità 2020

Psr Campania, tipologia 13.1.1: precisazioni sul bando per l’annualità 2020

Riportiamo la nota pubblicata sul portale Agricoltura della Regione Campania.

“Con il decreto dirigenziale n. 88 del 21 aprile 2020, la Regione Campania si è allineata alle altre regioni italiane ed ha pubblicato i bandi delle misure a superficie, aprendo, tra gli altri, quello della misura 13 che, a seguito delle richieste dei principali rappresentanti del mondo agricolo espressi in Comitato di Sorveglianza e, alla fine di un estenuante negoziato con i Servizi della Commissione svoltosi tra dicembre 2019 e marzo 2020, ha subito un incremento della dotazione finanziaria di 39 milioni di euro (+19%).

Tale incremento, considerato lo stato di attuazione del Programma al momento della proposta, era il massimo ottenibile per coprire le esigenze delle circa 20mila aziende che avevano presentato richiesta nel 2019. Fatte salve queste esigenze, pur nella consapevolezza che le risorse residue erano limitate, si è deciso di aprire un bando per la campagna 2020, coprendo sin da subito almeno in parte le aspettative dei potenziali beneficiari, nella convinzione che si possa lavorare in prospettiva facendo confluire sulla misura risorse che nel frattempo si renderanno disponibili su altre misure del Programma.

Il tutto è stato definito in pieno accordo con i maggiori portatori di interesse del mondo imprenditoriale agricolo, pervenendo alla emanazione del citato decreto n  88 del 21 aprile 2020, ed aprendo il bando della misura limitatamente alla tipologia  13.1.1 “Pagamento compensativo per le zone montane”.

È già in corso una puntuale ricognizione delle risorse resesi disponibili sul Programma per poter ragionare su una eventuale rimodulazione della misura e, quindi, delle risorse messe a bando in modo da poter erogare una indennità quanto più prossima ai consueti valori del Programma, che va ricordato sono pur sempre il livello massimo erogabile, oltre a ragionare concretamente sulla possibilità di utilizzare risorse del nuovo quadro finanziario 21-27 almeno per l’annualità 2021″.

 

Foto tratta da pixabay.com