Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2020Aiuti di Stato, Quadro temporaneo: la Commissione adotta la quarta modifica

Aiuti di Stato, Quadro temporaneo: la Commissione adotta la quarta modifica

Con la Comunicazione Com(2020) 7127 final del 13 ottobre 2020 la Commissione europea ha prorogato al 30 giugno 2021 il “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19″, la cui scadenza era prevista per il 30 dicembre 2020. Le misure di ricapitalizzazione, che invece avevano come dead line il 30 giugno 2021, sono state prorogate al 30 settembre 2021.

Da una nota (per la versione completa clicca QUI) si legge che “l’obiettivo è permettere agli Stati membri di sostenere le imprese nel contesto dell’attuale crisi determinata dal Coronavirus, particolarmente laddove la necessità o la capacità di sfruttare il Quadro temporaneo non si siano pienamente dispiegate finora, tutelando al contempo le condizioni di parità”, Inoltre, “entro il 30 giugno 2021 la Commissione vaglierà la necessità di prorogare o adattare ulteriormente il Quadro temporaneo”.

Con la quarta modifica al Quadro temporaneo, la Commissione ha introdotto anche altre novità. Tra queste, come riporta il comunicato, “una nuova misura per consentire agli Stati membri di sostenere le imprese che subiscono un calo del fatturato durante il periodo ammissibile di almeno il 30% rispetto allo stesso periodo del 2019 a causa della pandemia da Covid-19” con lo scopo di “prevenire il deterioramento del loro capitale, mantenere la loro attività commerciale e fornire loro una solida base per la ripresa”.

Il sostegno contribuirà a coprire una parte dei costi fissi dei beneficiari che non sono coperti dalle loro entrate, fino a un importo massimo di 3 milioni di euro per impresa.

Il “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19″ è stato adottato il 19 marzo scorso ed emendato il 3 aprile, l’8 maggio e il 29 giugno (per approfondimenti clicca QUI).

Foto tratta da pixabay.com