Portale per la comunicazione e la customer satisfaction
HomeArchivio News 2017Psr, cooperare per innovare: approvato il bando della tipologia 16.1.1 azione 2

Psr, cooperare per innovare: approvato il bando della tipologia 16.1.1 azione 2

Con decreto dirigenziale n. 339 del 29 dicembre 2017 la Regione Campania ha approvato il bando dell’azione 2 “Sostegno ai Progetti Operativi di Innovazione (Poi)” della tipologia di intervento 16.1.1 “Sostegno per costituzione e funzionamento dei Gruppi Operativi (Go) del Partenariato Europeo per l’Innovazione (Pei) in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” del Psr.

Il bando finanzia i progetti di cooperazione a carattere innovativo – vale a dire progetti pilota e sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie nel settore agroalimentare – concepiti e messi in atto dai Gruppi Operativi – costituiti ai sensi dell’art. 56 del Reg. (Ue) 1305/2013 – intesi come partenariati che coinvolgono una molteplicità di attori provenienti da diversi ambiti (come agricoltori, ricercatori, consulenti, formatori, imprese, associazioni di categoria, consumatori, gruppi di interesse e organizzazioni non governative, comunità rurali e altri soggetti interessati) .

In particolare, Progetti Operativi di Innovazione devono rispondere a problematiche specifiche individuate dagli operatori dei settori agricoli e alimentari e che possono essere soddisfatte in un arco temporale di breve periodo.

Attraverso l’azione 2 della tipologia 16.1.1 la Regione Campania persegue i seguenti obiettivi specifici (focus area) del Psr:

  • Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività (focus area 2A);
  • Migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la creazione di un valore aggiunto per i prodotti agricoli, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni e organizzazioni di produttori e le organizzazioni interprofessionali (focus Area 3A);
  • Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura” (priorità 4);
  • Rendere più efficiente l’uso dell’acqua in agricoltura (focus area 5A);
  • Favorire l’approvvigionamento e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, sottoprodotti, materiali di scarto e residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia (focus area 5C);
  • Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonché dell’occupazione (focus area 6A).

La dotazione finanziaria del bando ammonta a 10,2 milioni di euro così suddivisi: 3 milioni per i progetti della focus area 2A; 4 milioni per i progetti della focus 3A; 1 milione per i progetti della priorità 4; 750mila euro per i progetti della focus 5A; 500mila euro per i progetti della focus 5C; 1 milioni per i progetti della focus area 6A.

Il termine ultimo per il rilascio della domanda di sostegno sul portale Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale) è fissato al giorno 5 aprile 2018.